#GreenMediaMonday: guardare in prospettiva gli acquisti del Black Friday

#GreenMediaMonday: la rubrica di news sulla sostenibilità di Green Media Lab.

L’ultimo venerdì del mese di novembre è ormai conosciuto come il giorno del Black Friday.

Il Black Friday è l’occasione per milioni di italiani per fare acquisti a prezzi scontati sia online che in store.

Nella stessa giornata si è tenuta la manifestazione di #FridaysForFuture, il movimento che globalmente segue le parole di Greta Thunberg a favore della sostenibilità.

Nonostante la pioggia, in tutta Italia, in più di 110 città piccole e grandi, sono scese in piazza 300.000 persone durante il giorno del Black Friday.

I picchi sono stati a Roma con 30.000 persone in piazza del Popolo, a Milano con 25.000 persone, a Torino e Napoli con 10.000 persone e tantissime altre città. (dati ANSA)

Così in una nota gli organizzatori dei Fridays For Future si sono espressi:

“Noi ci siamo posizionati a Milano. La piazza era piena di giovani pronti a farsi sentire. Lo striscione di testa recita non a caso ‘Block Friday’. Si vuole sostituire quella che è la giornata mondiale del consumo con una giornata di protesta. I grandi marchi concedono sconti sui beni di consumo per incoraggiarci a comprare, ma noi non vogliamo contribuire ad alimentare questo modello insostenibile.”

“La data è stata scelta anche perché cade esattamente ad una settimana dalla Cop25, la conferenza Onu sui cambiamenti climatici che si terrà dal 2 al 13 dicembre a Madrid”.

spiegano i ragazzi.

Per la prima volta, alle manifestazioni di venerdì, non ha partecipato Greta Thunberg. Era infatti impegnata a tornare in Europa dall’America a zero emissioni, per poi per partecipare alla Cop25 di Madrid.

La prospettiva è la stessa di “Vota ogni giorno” la campagna di B Corp che invita alla scelta di acquisto di prodotti e servizi consapevolmente. Ossia sapendo chiaramente quali aziende, con i nostri soldi, si impegnano concretamente a migliorare il mondo in cui viviamo, come fanno le B Corp.

 

 

 

Guarda anche gli altri articoli di #GreenMediaMonday